Sondaggi

Quale personaggio ti ha colpitodi più?
 

Chi è online

 8 visitatori online

In libreria

Home
Tournèe 2013/2014 “Le Voci di Dentro” Ecco tutte le date

RAVENNA Teatro Alighieri dal 14 al 17 aprile 201
VENEZIA Teatro Goldoni dal 23 al 27 aprile 2014
MADRID Teatros del Canal 15,16,17 maggio 2014
TORINO Teatro Carignano dal 27 maggio al 1 giugno 2014

“Le voci di dentro” di Eduardo De Filippo, regia Toni Servillo, scene Lino Fiorito, costumi Ortensia De Francesco, luci Cesare Accetta, suono Daghi Rondanini, aiuto regia Costanza Boccardi. Anteprima al Théâtre du Gymnase di Marsiglia Capitale Europea della Cultura 2013Una produzione Teatri Uniti / Piccolo Teatro di Milano - Teatro d’Europa / Teatro di Roma. Dopo la lunga tournée internazionale della Trilogia della villeggiatura di Goldoni, Toni Servillo torna alla lavoro sulla drammaturgia napoletana e in particolare all’amato Eduardo, a dieci anni di distanza dal successo di Sabato domenica e lunedì. “Eduardo De Filippo è il più straordinario e forse l’ultimo rappresentante di una drammaturgia contemporanea popolare, dopo di lui il prevalere dell’aspetto formale ha allontanato sempre più il teatro da una dimensione autenticamente popolare. Continua a leggere ....

MODENA Teatro Storchi  dal 06 al 09 febbraio 2014

PISA Teatro Verdi 11,12 febbraio 2014

PRATO Teatro Metastasio dal 13 al 16 febbraio 2014

PERUGIA Teatro Morlacchi dal 19 al 23 febbraio 2014

Leggi tutto...
 
La Grande Bellezza Trionfa a Hollywood

Previsioni azzeccate: La grande bellezza di Paolo Sorrentino ha vinto l’Oscar per il miglior film straniero. Dopo quindici anni, dunque, l’Italia torna a vincere. Il film che segue le peregrinazioni esistenziali del giornalista Jep Gambardella (Toni Servillo) sullo sfondo di una Roma opulenta annoiata e cafona ha conquistato quasi ogni premio: Golden Globes, Efa, Bafta. Raggiante il regista accompagnato sul palco da Servillo e dal produttore Nicola Giuliano. «Grazie alle mie fonti di ispirazione: Talking Heads, Federico Fellini, Martin Scorsese e Maradona. Grazie a Roma e a Napoli e alla mia personale grande bellezza: Daniela, Anna e Carlo» il cuore del suo discorso di ringraziamento, sciolto e spedito.

Oscar, Sorrentino:"Dedico il premio a Fellini, Maradona, Scorsese e ai Talking Heads"

 

 

A braccio, ma decisamente più articolato di quello, dominato dall’emozione, ai Golden Globes, in cui definì l’Italia «crazy country but beautiful». La grande contentezza Sorrentino la mostra anche alla stampa. «Avrò bisogno di mesi per capire cosa è successo» confessa. «Spero che l’Oscar serva da stimolo per il cinema italiano». I giornalisti americani domandano della musica, colpiti da una colonna sonora dove Raffaella Carrà passa il testimone al Kronos Quartet. «Un semplice mix di musica profana e sacra, così come Roma è capace di combinare il sacro e il profano».
(Fonte: Corriere della Sera)

 
CinemaItalia: Vince “Viva la libertà” di Andò

E’ Viva la libertà di Roberto Andò il film vincitore della 16° edizione di Cinema! Italia!, la rassegna organizzata dall’associazione Made in Italy, con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dell’ICE (Istituto per il Commercio Estero) e il supporto dell’Ambasciata d’Italia e degli Istituti Italiani di Cultura in Germania. Protrattasi per tre mesi, a partire da settembre, e svoltasi in ventisette città tedesche, comprese tutte le principali metropoli,  la manifestazione ha distribuito e raccolto nel corso delle diverse proiezioni migliaia di schede di votazione in cui gli spettatori esprimevano il proprio gradimento sul film visto. In questo modo è stata offerta ai distributori tedeschi anche una concreta opportunità per valutare l’interesse degli spettatori nei confronti dei diversi titoli e Viva la libertà è risultato il film che ha ottenuto i maggiori consensi.

Leggi tutto...
 
Jep Gambardella

Ero destinato alla sensibilità. Ero destinato a diventare uno scrittore. Ero destinato a diventare Jep Gambardella. »« A questa domanda, da ragazzi, i miei amici davano sempre la stessa risposta: "La fessa". Io, invece, rispondevo: "L'odore delle case dei vecchi". La domanda era: "Che cosa ti piace di più veramente nella vita?". La grande bellezza è un film del 2013...

 
Nicola Ciraulo

Il racconto viene narrato in un tempo futuro, all’interno di un ufficio postale, in un giorno come tanti. E’ un signore trasandato di nome Busu, ad introdurre la storia della famiglia Ciraulo, come le altre microstorie che di giorno in giorno racconta per uccidere il tempo che consuma la sua solitudine. C’è chi lo ascolta, c’è chi invece ad un certo punto si stanca ...

 
Franco Turco

Teatro di Guerra. Nel 1994 a Napoli, in una disagevole sala tra i vicoli dei Quartieri Spagnoli, il giovane Renzo comincia le prove di I sette contro Tebe (467 a.C.) di Eschilo – tragedia che parla di un assedio e di una guerra fratricida – per metterla in scena a Sarajevo. Le prove si alternano con la vita privata dei componenti del gruppo, mentre in un teatro stabile un altro regista sta preparando l'allestimento

Leggi tutto...
 
Giulio Andreotti

Il Divo. C'è un uomo che soffre di terribili emicranie e arriva anche a contornarsi il volto con l'agopuntura pur di lenire il dolore. È la prima immagine (grottesca) di Giulio Andreotti ne Il divo. Siamo negli Anni Ottanta e quest'uomo freddo e distaccato, apparentemente privo di qualsiasi reazione emotiva, è a capo di una potente corrente della Democrazia Cristiana

Leggi tutto...
 
Titta Di Girolamo

Le conseguenze dell’Amore. Unico film italiano selezionato dalla commissione ufficiale del Festival di Cannes 2004, "Le conseguenze dell'amore" è il secondo, delizioso lungometraggio del 35enne napoletano Paolo Sorrentino. Il film, quasi interamente girato all'interno di un hotel di un'anonima cittadina svizzera, racconta uno stralcio della vita

Leggi tutto...
 
Ragionier Botta

Il Gioiellino. La Leda è una delle maggiori aziende agro-alimentari del Paese: ramificata nei cinque continenti, quotata in Borsa, in continua espansione verso nuovi mercati e nuovi settori. Quello che si dice un gioiellino. Il suo fondatore, Amanzio Rastelli, padre padrone dell'azienda, ha messo ai posti di comando i suoi parenti più stretti:

Leggi tutto...
 
Maestro Falasco

Lascia perdere Johnny. Caserta 1976. Fausto Ciaramella ha diciotto anni e se non trova un lavoro a fine anno dovrà partire per il servizio militare. Per adesso suona la chitarra nell'orchestra del maestro Domenico Falasco, trombettista e bidello. L'esperienza con la colorata “orchestra Falasco” finisce una sera di primavera a Roccamonfina.

Leggi tutto...
 
Enrico/Giovanni

Il film racconta del segretario del principale partito d'opposizione, Enrico Oliveri. E' in crisi e i sondaggi per l'imminente competizione elettorale lo danno perdente. Una notte, dopo l'ennesima contestazione, Oliveri si dilegua, senza lasciare tracce. Negli ambienti istituzionali e del partito fioccano le illazioni, mentre l'eminenza grigia del segretario, Andrea Bottini ...

 
Rasoi

Trascrizione filmata di uno spettacolo teatrale degli anni '80 di cui Martone curò anche la messinscena, dopo averlo scritto con Toni Servillo su testi di Enzo Moscato. Un'esplorazione a colpi di sonda (e di rasoio) nelle viscere di una Napoli sdoppiata in due: arcaica e moderna, malata e vitale, dura e dolce, in bilico tra la morte e la resurrezione, tra il Mito e la Storia.

Leggi tutto...
 
Pietro

Morte di un matematico napoletano. Ultimi giorni nella vita di Renato Caccioppoli (1904-59), matematico insigne, eretico e lucido compagno di strada del PCI, protagonista della vita culturale di Napoli, dandy alcolista che finì suicida. Il ritratto del personaggio – un Carlo Cecchi di straziante intensità – convive con un racconto

Leggi tutto...
 
Franco

Gomorra. Potere, soldi e sangue. In un mondo apparentemente lontano dalla realtà, ma ben radicato nella nostra terra, questi sono i “valori” con i quali gli abitanti della provincia di Caserta, tra Aversa e Casal di Principe, devono scontrarsi ogni giorno. Quasi sempre non puoi scegliere, quasi sempre sei costretto a obbedire alle regole del Sistema, la Camorra,

Leggi tutto...
 
Giuseppe Mazzini

Noi Credevamo. Dopo il trionfo al Festival di Roma, Premio Marc’Antonio per il film “Una vita tranquilla”, un’altra intensa e toccante interpretazione di Toni Servillo, nei panni di Giuseppe Mazzini nel nuovo film di Mario Martone, “Noi Credevamo”. Nel cast, assieme a Servillo, ci sono Luigi Lo Cascio, Valerio Binasco,

Leggi tutto...
 
Giovanni Sanzio

La ragazza del Lago. Una giovane donna, annegata in un lago della provincia friuliana, viene rinvenuta nuda lungo la sponda. Sulla morte misteriosa di Anna, studentessa e giocatrice di hockey, indaga il commissario Giovanni Sanzio, padre ruvido e introverso di Francesca. Affetto da una dermatite atipica e dimenticato dalla consorte che soffre di una malattia degenerativa del sistema nervoso,

Leggi tutto...
 
Uliano Beffardi

La storia di Uliano Beffardi, un senatore del Popolo della libertà che proprio durante gli ultimi giorni di vita di Eluana vorrebbe agire secondo coscienza e non secondo la disciplina di partito, votando contro la legge proposta dal Governo Berlusconi e dalla maggioranza di cui egli stesso fa parte che impone che l’alimentazione e l’idratazione  ...

 
Il Sindaco

I Vesuviani. Episodio “La Salita”. Una landa desolata. E' l'impervio crinale del Vesuvio. Il sindaco di Napoli arranca sulla salita del monte. Durante la salita, accompagnato per un tratto da un corvo, loquace ed ironico interlocutore, incontra diversi personaggi, simboli e testimonianze di un mondo trasformato e deludente.

Leggi tutto...
 
Amerigo

Luna Rossa. Oreste, che è il bellissimo Domenico Balsamo, ama la sorella, ammazza la madre, sogna di aggirarsi nudo tra le colonne di Paestum, di scavare la terra con le mani trovando sangue sepolto. Il capofamiglia muore ascoltando Luna rossa, canzone di tradimento. Fratricidi, parricidi, parenticidi, uxoricidi. Cavalli neri e una pantera nera in gabbia, animali araldici. Esplosioni, fiamme, spari e soldi.

Leggi tutto...
 
Tony Pisapia

L’uomo in più. 1980: Antonio Pisapia è un calciatore all'apice della propria carriera, Antonio "Tony" Pisapia è un cantante di musica leggera; entrambi sembrano avere il mondo ai loro piedi. Tony cantante è cinico, spavaldo, egocentrico; Antonio calciatore è timido, chiuso, fondamentalmente ingenuo e triste. "Mi sono svegliato tardi", dice Tony Pisapia,

Leggi tutto...
 
Gorbaciof

Gorbaciof. Presentato fuori concorso alla 67ª Edizione del Festival del cinema di Venezia, Gorbaciof. La regia affidata ad un sobrio Stefano Incerti, che riesce a trasformare Marino Pacileo (Toni Servillo) contabile del carcere Napoletano di Poggioreale, da freddo e misterioso individuo, in un dolce e premuroso amante. Gorbaciof, il soprannome di Marino,

Leggi tutto...
 
Rosario

Una vita tranquilla. Per sfuggire alla morte, Rosario (Toni Servillo), si rifugia in Germania, cambia identità, si inventa ristoratore e mette su famiglia. Taglia i ponti con il passato, quel passato che lo ha visto camorrista. Da quandici anni conduce una “vita tranquilla” fino al giorno in cui bussa alla sua porta suo figlio Diego (Marco D’Amore) che gli chiede ospitalità,

Leggi tutto...